Il Sonno

Se calcoliamo che il sonno occupa più o meno un terzo della nostra vita capiamo che è un'esigenza fondamentale per ognuno di noi. E se non dedichiamo il giusto tempo a quest'attività notiamo un inevitabile calo di rendimento nel corso della giornata ed un peggioramento del nostro benessere generale. Per un uomo adulto, 6-8 ore di sonno sono ottimali per rigenerarsi.
Ma basta dormire per questo tempo? No. Importante è anche come dormiamo. Quindi, la giusta e massima atenzione va dedicata alla scelta del nostro giaciglio: un sistema letto adeguato, con un materasso comodo, può permetterci di avere un sonno ristoratore che ci aiuta a recuperare energie. Una notte insonne o con sonno disturbato, che può essere causato da un materasso inadeguato, non ci ricarica, influenzando negativamente la nostra giornata, avendo anche ripercussioni sul notro umore. Per eccesso, è scientificamente provato che la privazione del sonno porta alla pazzia.

La struttura del sonno è complessa. Esistono diversi cicli, della durata di circa 90 minuti, che si susseguono 4-6 volte nell'arco della nottata. Querste comprendono fasi di sonno leggero, dove siamo nel dormiveglia, e di sonno profondo, dove il nostro corpo è come paralizzato e dove si ha la cosiddetta fase di ristorazione. Il fatto di avere un materasso comodo, che non comprima troppo, fa' sì che nella fase di sonno leggero non si debbano cambiare troppe posizioni che disturbino, accorciandole, le fasi rem. E' stato provato che un individuo tranquillo, che dorme su di un materasso nuovo e confortevole, cambia mediamente 14 posizioni a notte che arrivano fino a 70 dormendo nervosi e su di un materasso di quindici anni di età. Il classico: "sono più stanco di quando sono andato a dormire!"

Tutto ciò ci deve far riflettere e, in fase di acquisto, optare per un sistema letto che ci accolga e sostenga in maniera ottimale.

Back to Top